Language » ita | eng

13-04-2015

Allegato:

Negli spazi del CDI – Centro Diagnostico Italiano a Milano (via Saint Bon 20), la Fondazione Bracco, in collaborazione con l’Accademia Teatro alla Scala, il Dipartimento di Beni culturali e ambientali dell’Università degli Studi di Milano e il Piccolo Teatro di Milano, ha reso omaggio a Giorgio Strehler con una mostra dal titolo Giorgio Strehler: un uomo per Milano, un teatro per l’Europa. L’iniziativa, inserita nel palinsesto “Milano cuore d’Europa” del Comune di Milano, intende mettere in luce l’importante eredità che il regista triestino ha lasciato al teatro italiano e a Milano, sua città d’adozione, che con lui ha conosciuto una caratura europea e internazionale. La mostra, affidata alla direzione scientifica di Alberto Bentoglio, docente di Storia del teatro e dello spettacolo del Dipartimento di beni culturali e ambientali dell’Università degli Studi di Milano, si articola in un percorso testuale e iconografico, diviso in quattro sezioni: “Piacere, Strehler”, “La regia all’opera”, “Milano, lieta di essere libera nel mondo”, “Il teatro come evento totale”. È nella seconda sezione, dedicata alle regie liriche, che trovano spazio i costumi realizzati con i tessuti della Seteria Bianchi, firmati da Ezio Frigerio e Franca Squarciapino, che gli allievi del Corso per sarti dello spettacolo hanno ricostruito per l’occasione. Si tratta del costume di Elisetta de Il matrimonio segreto (Piccola Scala, 1955), della Contessa de Le nozze di Figaro(Teatro alla Scala, 1981) e di Donna Elvira del Don Giovanni (Teatro alla Scala, 1987). La scelta di inserire in mostra tali abiti nasce dalla volontà di far comprendere la profonda cura che Strehler aveva per ogni aspetto dello spettacolo, dalla luce alla scenografia, dal costume al più piccolo oggetto in scena. www.fondazionebracco.com

Gallery




31-03-2014
Un intero capitolo, dal titolo “L’Arte incontra l’Arte”, è dedicato alla Seteria Bianchi. Ecco alcuni estratti. …”Il microarazzo “Le Tre Grazie” firmato da Salvatore Fiume è un’opera tessile di squisita fattura, realizzata interamente in seta dalla Seteria Bianchi, una fra le più antiche aziende comasche, specializzata nella fabbricazione di sete tinte in...

Le eroine di Verdi vestite con i tessuti della Seteria Bianchi - Milano, Fondazione Bracco

13-03-2014
Giovani, belle, appassionate, vittime, amanti o spose: sono Violetta,Desdemona, Elisabetta e Amelia le protagoniste della mostra “Prime donne. Le eroine di Verdi”, promossa da Fondazione Bracco in collaborazione con l’Accademia Teatro alla Scala, che si è  inaugurata lo scorso 16 dicembre al Centro Diagnostico Italiano di Milano (via Saint Bon, 20) e sarà visitabile fino al 31...

La Seteria Bianchi presenta l'arazzo: LE TRE GRAZIE - Opera di Salvatore Fiume

10-12-2013
Anna Bianchi, seguendo la tradizione già iniziata dal padre Ettore, realizza un nuova opera d'arte che si esprime attraverso una tecnica innovativa: il microarazzo. Trecento fili di seta colorata in un centimetro quadrato.

L'arazzo è realizzato in seta pura con un telaio di 11.520 fili bianchi e l'inserimento di...